» I’m Watch si arrende, lo smartwatch italiano dichiara fallimento

I’m Watch si arrende, lo smartwatch italiano dichiara fallimento


, in Generale, Notizie
14 Ottobre 2014 0 commenti

E’ stata la pioniera del settore smartwatch quando ancora i colossi della tecnologia latitavano in questo campo, si tratta dell’italiana I’m […]

E’ stata la pioniera del settore smartwatch quando ancora i colossi della tecnologia latitavano in questo campo, si tratta dell’italiana I’m Watch, azienda che ha portato per prima sul mercato un vero orologio intelligente, grazie all’investimento messo in campo da Ennio Doris che ha creduto nella startup di due giovani veneti, Manuel Zanella e Massimiliano Bertolini. Il progetto però dopo un avvio è promettente è naufragato, dichiarando in questi giorni il fallimento.

im-watch

Era stato il primo smartwatch sul mercato compatibile con Android e Blackberry dal costo di 350 euro, dispositivo che aveva fatto sperare in un futuro roseo per l’azienda, grazie ad ordinativi arrivati da oltre 102 Paesi del mondo, con 50 mila i dispositivi da indossare entro la fine dell’anno che dovevano quadruplicarsi nell’arco nei dodici mesi successivi.

Ma dopo il fatturato del primo anno di 12 milioni nel 2012, lo stesso è sceso a 4,2 milioni nel 2013 con perdite sotto ai 4 milioni, portando la società I’m SpA a chiudere i battenti con una procedura di fallimento attualmente in corso. L’aver anticipato giganti come Apple, Google, Samsung ed altri non ha portato bene ha questa startup italiana, che non è riuscita a reggere l’onda d’urto di un settore che nei prossimi anni registrerà fattori di crescita a due cifre.

Molto atteso, nel 2015, il nuovo Apple Watch il primo indossabile di casa Apple che potrebbe segnare il definitivo lancio del settore degli indossabile a livello mondiale.

 



Tags: ,