» La crescita di Apple Pay, dagli affitti ai pagamenti pubblici.

La crescita di Apple Pay, dagli affitti ai pagamenti pubblici.


, in Accessori iPod, Applicazioni, Approfondimenti, Mondo Apple, Notizie, Novita'
15 Novembre 2014 0 commenti

Apple ha lanciato negli Stati Uniti il servizio Apple Pay per i pagamenti elettronici sicuri tramite iPhone. Il servizio è […]

Apple ha lanciato negli Stati Uniti il servizio Apple Pay per i pagamenti elettronici sicuri tramite iPhone. Il servizio è utilizzato dagli Apple Store, ma anche dai negozi American Eagle, Aeropostale, Bloomingdale’s, Champs Sports, Chevron, McDonald’s, Nike, Office Depot, Radio Shack e Walgreens. In tutti questi store, il servizio viene sempre più utilizzato e apprezzato dagli utenti, tanto che sarà presto presente in nuove realtà. Il suo successo viene decretato dall’aumento dei servizi a cui si collega, dal pagamento del pedaggio al bonifico per l’affitto mensile. Tutto avviene grazie all’integrazione di app specifiche. Vediamone qualcuna. Partiamo dai parcheggi, una delle recent novità inserite da Apple insime ad una startup: SpotHero, realtà di Chicago che ha presentato un’app in grado di supportare Apple Pay per pagare il parcheggio direttamente dal dispositivo Apple. Il servizio sarà inizialmente attivo a New York, Chicago, Washington, Boston, Philadelphia, Newark, Denver, Baltimora, Milwaukee, Minneapolis e New Orleans. E poi arriva RadMap, con la quale inquilino e proprietario faciliteranno le transizioni per il pagamento dell’affitto. La funzione attualmente è in via di approvazione visto che, come in Italia, molti stati obbligano alla regolarizzazione dei pagamenti tracciabile tramite bonifico bancario. Alcune indiscrezioni riportano che anche le pubbliche amministrazioni si stanno adeguando al nuovo metodo di pagamento, anche perché la concorrenza si sta organizzando per presentare prodotti simili, finora però si parla solo di card con sensore touch identificativo.

 



Tags: