» La rimozione dei risultati di ricerca, o diritto all’oblio, da Google non è una novità

La rimozione dei risultati di ricerca, o diritto all’oblio, da Google non è una novità


, in Approfondimenti, Curiosita'
2 Giugno 2014 1 commento

Sta rimbalzando su molti magazine web la notizia che in seguito ad un decisione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, […]

Sta rimbalzando su molti magazine web la notizia che in seguito ad un decisione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Google ha messo a disposizione un form per la rimozioni di risultati dalla ricerca inadeguati, irrilevanti o non più rilevanti, o eccessivi in relazione agli scopi per cui sono stati pubblicati.

La notizia è vera e questo è il link al famoso form di rimozione.

In realtà però Google già da tempo ha a disposizione dei suoi utenti un form attraverso il quale richiedere la rimozione di notizie “scomode” dal web, con tanto di guida e istruzioni per l’uso.

diritto-all-oblio-Google-riceve-prime-richieste-680x365

 

 

Il diritto all’oblio verrà riconosciuto come è sempre stato fatto. L’unica novità, probabilmente, riguarda il fatto che le richieste di rimozione attraverso il nuovo form verranno analizzate nel dettaglio dallo staff di Google. La modalità di review delle richieste, come afferma la stessa Google, è in fase di perfezionamento e le motivazioni che si leggono sull’introduzione al form sono del tutto generiche e poco diffusamente applicabili.

Una recente decisione della Corte di giustizia dell’Unione europea ha stabilito che alcuni utenti possono chiedere ai motori di ricerca di rimuovere risultati relativi a query che includono il loro nome, qualora tali risultati siano inadeguati, irrilevanti o non più rilevanti, o eccessivi in relazione agli scopi per cui sono stati pubblicati.

Durante l’implementazione di questa decisione, valuteremo ogni singola richiesta e cercheremo di bilanciare i diritti sulla privacy della persona con il diritto di tutti di conoscere e distribuire le informazioni. Durante la valutazione della richiesta stabiliremo se i risultati includono informazioni obsolete sull’utente e se le informazioni sono di interesse pubblico, ad esempio se riguardano frodi finanziarie, negligenza professionale, condanne penali o la condotta pubblica di funzionari statali.

Per presentare una richiesta di rimozione, compila il modulo sotto. Tieni presente che questo modulo è in fase di sviluppo. Nei prossimi mesi lavoreremo a stretto contatto con le autorità per la protezione dei dati e con altre autorità per il perfezionamento del nostro approccio.



Tags: , ,